Arduini Labolici - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Arduini Labolici

Arduini Labolici

Stemma: D’azzurro, alias di verde, alla banda ondata di oro, accompagnata da tre stelle dello stesso: due in capo ed una in punta.

Era un’antica famiglia proveniente da Bologna.

Aveva il suo palazzo sulla piazza di San Domenico e in questa chiesa avevano il sepolcro.

Godolino fu consigliere comunale nel 1247.

Giovan Pellegrino degli Arduini fu il savio del magistrato e ambasciatore a Venezia nel 1458. Fu condannato alla confisca dei beni e alla decapitazione per aver sparlato del Duca Borso. Fu poi graziato dal Duca stesso e fatto tornare in possesso delle sue sostanze e proprietà.

Nicolò Arduini giurisconsulto, viveva l’anno 1490.

A questa famiglia appartenne l’amante del Duca Ercole I, Isabella Arduini.

Pellegrino degli Arduini fu consigliere del Duca Alfonso I.

Antonio ed Ippolito Arduini servivano nelle forze armate del Duca di Savoia l’anno 1572.

Giovan Paolo fu  famigliare di Ippolito d’Este l’anno 1529.