Jump on the link

Caffè Europa

Caffè Europa




È uno dei caffè storici di Ferrara, menzionato già nel 1846 con il nome di Caffè dell’Apollo, gestito da Orsola Diletti. Successivamente il locale cambiò più volte nome e gestione. Venne acquistato da Alessandro Folchini che lo rinominò Caffè Folchini; il locale divenne apprezzato soprattutto per la pasticceria. Nell’elegante saletta  tappezzata di specchi i camerieri indossavano il frak e si accedeva al locale solo se ben conosciuti. In quegli anni il Folchini era luogo di ritrovo di celebri personaggi del Novecento come Giorgio de Chirico e Filippo de Pisis. Nonostante la morte di Folchini il locale, rinominato “Pasticceria ex Folchini”, continuò l’attività di pasticceria e bottiglieria.
Successivamente la famiglia Paparelli affittò il locale agli Azzolini cosicché l’ex Folchini assunse il nome di Premiata Pasticceria Azzolini. Gli Azzolini, come pasticceri, si erano fatti conoscere a Ferrara per la ciambella (brazzadela). Agli Azzolini subentrò Nino Paparelli, che lo chiamò Europa, e poi, nel 1960, Claudio de Pestel che rilevò il locale fino al 2000. Nel caffè Europa divennero apprezzate, anche da celebrità come Pippo Franco, Massimo Ranieri e Ottavio Missoni, le torte a forma di fiori, le specialità ferraresi e le paste. Pestel cessò l’attività nel 2000. La gestione passò alla famiglia Serra proprietaria dell’hotel Europa. Chi subentrò ai Pestel, dal bar Europa si trasferì nella caffetteria all’angolo tra corso Giovecca e via Bersaglieri del Po, chiamata “del Corso”.

Mappa