Camillo Filippi - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Camillo Filippi

Camillo Filippi




Non si conoscono gli estremi biografici di questo pittore attivo a Ferrara almeno dal 1523, anno in cui compare come testimone in un documento.; da un altro atto, del 1530, sappiamo che il padre, Sebastiano, anch’egli pittore, era originario di Lendinara. Lavorò al fianco dei principali maestri ferraresi del Cinquecento, come Battista Dossi, del quale fu forse discepolo, il Garofalo e Gerolamo da Carpi. Con questi ed altri pittori, lavorò nel 1537 alle decorazioni della “delizia” estense di Belriguardo, delle quali oggi rimangono gli affreschi della sala della Vigna. Attorno al 1541 fu impegnato nella residenza estense della Montagnola con Gerolamo da Carpi. Filippi partecipò inoltre alle decorazioni del camerino dei Baccanali, nel Castello Estense di Ferrara eseguendo, nel 1555 circa, il Trionfo di Arianna, la Vendemmia e il Trionfo di Bacco; agli affreschi dell’oratorio dell’Annunziata, già sede della Confraternita della Buona Morte, diede mano assieme ai due figli Sebastiano e Cesare, eseguendo gran parte dei riquadri. Morì a Ferrara nel 1574, come si legge sulla lapide della tomba di famiglia già nella chiesa di S. Maria in Vado.