Jump on the link

Carla Boni

Carla Boni




Nome d’arte di Carla Gaiano, nasce a Ferrara nel 1925. Nel 1935 entrò a far parte della “Compagnia ferrarese di attori-bambini”. L’idea di modificare il cognome da “Gaiano” a “Boni” è nata da una vincita al lotto da parte di un cugino della cantante, avvenuta in un bar denominato “Caffè Boni“; idea che piacque alla cugina che divenne Carla Boni. Venne accolta nell’orchestra del maestro Pippo Barzizza che le fece incidere i suoi primi dischi: successi di quel periodo sono Le luci di New York, Il mago Baku e la versione italiana di With a Song in My Heart, denominata Come canta il mio cuor. Nel 1952 entrò stabilmente nell’organico dei cantanti della Rai. L’anno dopo vinse il Festival di Sanremo con la canzone Viale d’autunno, in coppia con Flo Sandon’s, ottenendo grande popolarità. Nel 1955 vinse il Festival di Napoli, con ‘E stelle ‘e Napule in coppia con il futuro marito Gino Latilla, e il Festival Internazionale della Canzone di Venezia, assieme a Gino Latilla e al Quartetto Cetra, con la canzone Vecchia Europa. Nel 1956 porta al successo la celebre Mambo Italiano mentre l’anno successivo ottiene un altro exploit al Festival di Sanremo con Casetta in Canada. In totale la cantante collezionerà 5 presenze al Festival di Sanremo oltre a partecipazioni ad altre rassegne musicali del periodo come Canzonissima e Un disco per l’estate. Già malata negli ultimi mesi di vita muore a Roma il 17 ottobre 2009.