Chiesa di san Gregorio Magno

Chiesa di san Gregorio Magno

San Gregorio Magno; pure essa esisteva già nel X secolo, vale a dire quando già era parrocchia.
Sorta ai limiti esterni del Castello dei Cortesi e’ nominata in un documento papale del 964 all’epoca di Ottone I Imperatore di Sassonia.
Uno dei suoi parroci, un tale di nome Bonus fu tra quelli che fondarono la congrega dei parroci di Ferrara nel XII secolo.
La chiesa subì interventi di sistemazione nel XVII e nel XVIII secolo.
In quest’ultimo Don Antonio Ughi riedificò ex novo la canonica e sistemò l’interno della chiesa riconsacrandola il 13/4/1788.
Venne poi restaurata esternamente nel 1932, con quell’intervento gli venne dato quell’aspetto trecentesco che a tutt’oggi possiamo ammirare.
Della romanica torre campanaria sappiamo che venne eretta nel 1092 circa dalla famiglia De Porti di Ferrara che in questa chiesa aveva la tomba come ci narra l’erudito storico Guarini.
Lo Scalabrini poi ci parla di un testamento rogato nel 1146 in cui si citano dei lavori eseguiti nella chiesa; il suddetto documento era rogato da un Andrea notaro in cui una Naviglia moglie di un Turelo lascia dei beni.
Superò quasi indenne il terremoto del 1570 che così drammaticamente colpì Ferrara più volte.
La detta chiesa venne officiata quasi ininterrottamente sino ad oggi, pienamente funzionante.

Mappa