Corrado Govoni - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Corrado Govoni

Corrado Govoni
Nasce nel 1884 a Tamara, paese del ferrarese, da una famiglia di possidenti agricoli. Senza compiere studi regolari, iniziò a lavorare nell’azienda familiare. Esordì giovanissimo, già nel 1903, con la sua prima raccolta poetica Le fiale, di gusto d’annunziano. Dopo la pubblicazione de Le fiale si dedicò soprattutto all’attività di scrittore. Successivamente entra in contatto con Filippo Tommaso Marinetti, avvicinandosi al futurismo e collaborando con alcune riviste come La Voce, Lacerba e Poesia. La raccolta Rarefazioni e parole in libertà, del 1915, è quella che si avvicina maggiormente all’ispirazione marinettiana. Nel periodo di adesione al futurismo si trasferisce per un breve periodo a Milano, poi vendute le terre di famiglia si trasferisce a Roma dove svolge l’attività di impiegato statale. Si allontana da Marinetti richiamato dalle suggestioni del surrealismo e dell’ermetismo finché torna nell’ultimo periodo a moduli più tradizionali, soprattutto nelle poesie dedicate al figlio, vittima dell’eccidio nazista delle Fosse Ardeatine. Muore ad Anzio nel 1965.