Corso della Giovecca - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Corso della Giovecca

Corso della Giovecca
Inizia appresso al Castello Estense e termina alla settecentesca Prospettiva su piazzale Medaglie d’Oro. Gli storici sono discordi sull’origine di questo toponimo. Secondo alcuni il nome deriverebbe dal luogo detto “Zudeca dei Torresini”, una specie di posto pubblico sulla fossa nord della città dove poter lavare i panni, poi chiusa assieme alla stessa fossa da Ercole d’Este con i lavori dell’’Addizione. Ercole II d’Este la volle lastricare nel 1547. Sul lato sinistro di questo grande viale, partendo dal Castello Estense, troviamo a sinistra la bella chiesa di San Carlo, eretta su disegno dell’Aleotti nel 1612, e, poco distante, l’antica chiesetta di Sant’Anna sorta nel 1443 e distrutta nel 1808. All’angolo con via Mortara si trova la chiesa di San Bernardino del 1510 mentre più avanti , dove oggi vi è l’Arcispedale Sant’Anna, sorgeva la chiesa di San Silvestro del 1520, poi distrutta; il suo portale venne trasportato diversi anni prima sulla facciata della chiesa di Santo Stefano.
Sul lato destro, invece, troviamo la chiesa di Santa Maria della Pietà detta dei Teatini, costruita fra il 1622 ed il 1635; nei pressi della Prospettiva si trova invece la bellissima palazzina cinquecentesca della principessa Marfisa d’Este. Completamente restaurata e oggi visitabile ospita al suo interno i bellissimi affreschi ed il giardino rinascimentale. Al numero 59 troviamo il palazzo Ghillini, eretto nel 1494, mentre al civico 65 ha sito il palazzo Trotti dove si crede sia vissuto per diversi anni il pittore Bevenuto Tisi da Garofalo.
Corso Giovecca termina con la bella prospettiva in pietra a vista eretta fra il 1703 ed il 1704 su progetto di Francesco Mazzarelli.