Daniele Barioni - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Daniele Barioni

Daniele Barioni

Nato a Copparo, in provincia di Ferrara, nel 1930, si trasferisce a Milano nel 1948; convinto di avere una voce da baritono, si fece ascoltare dal maestro Attilio Bordonali la quale invece riconobbe la natura tenorile della sua voce e fu il suo insegnante per cinque anni. La prima apparizione di Barioni fu del 1949, in un concerto al Circolo Italia a Milano, mentre il debutto operistico avvenne nel 1954, nel personaggio di Turiddu in Cavalleria rusticana, al Teatro Nuovo di Milano, alla presenza del direttore artistico austriaco Rudolf Bing la quale lo scritturò per il Metropolitan Opera di New York. Durante il primo anno di carriera cantò anche in altre due opere, la Tosca e la Madama Butterfly. Nel 1955 Barioni si esibì in Egitto e Sudafrica mentre il 20 febbraio 1956 esordì, con un grande successo, al Metropolitan Opera House di New York con l’opera Tosca, sostituendo il tenore Giuseppe Campora. Nella stagione successiva Barioni effettuò un tour attraverso gli Stati Uniti e il Canada. I primi anni della sua carriera tenorile si svolsero principalmente al Metropolitan di New York dove apparve 54 volte tra il 1956 ed il 1962. In Italia si esibì con frequenza anche alle Terme di Caracalla e al Teatro dell’Opera di Roma, mentre alla Scala di Milano soltanto nel 1966 con le opere Madama Butterfly e Cavalleria rusticana. Nel 1966 muore per una leucemia la moglie, la pianista Vera Franceschi; questo fatto tragico contribuì alla fine della carriera tenoristica di Barioni. L’ultima sua apparizione avvenne nel 1981 in un concerto al Teatro Comunale di Ferrara per l’assegnazione del Premio Frescobaldi. Dopo molti anni di silenzio Barioni tornò a cantare. Nel 1984 incise un disco di canzoni napoletane accompagnato dall’Orchestra a plettro Gino Neri di Ferrara. In un cd che la casa Bongiovanni gli dedicò è possibile ascoltare una registrazione eseguita nel 2005 al Teatro Comunale di Ferrara durante una serata in suo onore dove Barioni canta “Ch’ella mi creda”, tratta da La fanciulla del West. L’unica sua incisione in studio è del 1966 con la canzone La rondine dove la voce risulta ovattata. Nel 2012 Barioni ricevette il prestigioso Premio Caruso. Oggi Daniele Barioni ha 90 anni.