Jump on the link

Delizia di Ostellato

Delizia di Ostellato




La delizia di Ostellato di cui narrano i cronisti è da individuare nell’area dell’attuale Municipio. Oggi della memoria di quella delizia vi sono alcuni artistici capitelli in marmo. Questa delizia venne donata dal duca Borso al fratello Ercole I (1471-1505) la quale, quest’ultimo vi promosse diversi lavori nel 1471. Ercole I regalò poi il palazzo a Ercole Strozzi, poeta e letterato di corte, come ringraziamento per i servizi ricevuti. L’esistenza della delizia è anche testimoniata dal sopralluogo che gli Estensi fecero fare nel 1458, in tempo di peste, da un certo Guglielmo da Vignola « per vedere se in decta villa moriva le persone de malle de peste». Nei primi anni del Cinquecento nella residenza vi soggiornò Lucrezia Borgia suscitando l’amore di Pietro Bembo.

Mappa