Jump on the link

Ercole De’Roberti

Ercole De’Roberti
Noto anche come Ercole da Ferrara, fu un grande pittore del primo Rinascimento. De’ Roberti fu apprendista di Gherardo da Vicenza, Francesco del Cossa e Cosmè Tura e, come loro, fu uno dei protagonisti della cosiddetta scuola ferrarese. A Ferrara lavorò agli affreschi di Palazzo Schifanoia; a lui è infatti attribuito l’affresco del mese di Settembre. Tra il1470 e il 1472 è attivo a Bologna assieme a Francesco del Cossa. Nel Polittico Griffoni dipinse i santi sui pilastrini e la predella con Storie di san Vincenzo Ferrer. Sempre con il Cossa lavorò ai perduti affreschi della Cappella Garganelli, nella cattedrale di San Pietro a Bologna completando il lavoro dopo la morte del collega (1478). L’anno dopo tornò a Ferrara dove aprì una bottega. Per la chiesa di Santa Maria in Porto, nei pressi di Ravenna, dipinse la Pala Portuense. Divenne pittore di corte presso gli Estensi nel 1487, in sostituzione di Cosmè Tura. Nel 1489 decorò un casotto nel giardino di Eleonora d’Aragona e il camerino del duca Alfonso. Nel 1492 fu occupato con altri artisti alla decorazione degli edifici del giardino della duchessa Eleonora. L’anno successivo lo si trova al lavoro sui cartoni per la decorazione della delizia di Belriguardo. Morì nel 1496 a Ferrara e venne sepolto nella chiesa di San Domenico.