Jump on the link

Ercole II d’Este

Ercole II d’Este

Nacque nel 1508, primogenito di Lucrezia Borgia, e di Alfonso I. Per questioni di convenienza politica, nel 1528 sposò Renata di Francia, la seconda figlia di Luigi XII. Nel 1534 succedette al padre, Alfonso I d’Este, divenendo duca. Durante i primi anni si destreggiò bene tra le pressioni spagnole e francesi; si trovò anche sotto le pressioni della curia papale che spingeva per il bando dalla sua corte di sospettati di eresia. Nel 1556, Ercole si schierò con il papa Paolo IV e con la Francia contro la Spagna, ponendosi al comando della lega in funzione antimperiale. Ma dopo che si manifestò l’interesse dei francesi verso Napoli, Ercole dismise l’accordo; tramite una mediazione di Cosimo de’ Medici, stipulò un accordo con gli spagnoli il 18 maggio 1558 che gli permise di mantenere integri i suoi domini. La corte di Ferrara sotto Ercole II rimase un centro culturale importante, sia per la diffusione di idee protestanti, grazie all’appoggio di Renata di Francia, sia per il mecenatismo. Sotto Ercole II non cambiò la politica ducale nei confronti degli ebrei sefarditi, presenti a Ferrara già dai tempi di Ercole I d’Este; egli infatti credeva in un fecondo dialogo tra la dottrina ebraica e quella cristiana. Morì nel 1559.