Jump on the link

Ferrante d’Este




Figlio del duca di Ferrara Ercole I d’Este e di Eleonora d’Aragona, nacque nel 1477. Venne allevato alla corte degli aragonesi di Napoli. Nel 1493 fu inviato dal padre a prendere servizio presso Carlo VIII di Francia alla corte francese. Combatté al fianco di Carlo VIII nella battaglia di Fornovo. Nel 1502 fu mandato a Ferrara a prendere possesso di Cento e della Pieve, che da Alessandro VI erano state cedute alla casa d’Este. Nel 1505 aiutò il fratello Giulio d’Este a liberare il musicista don Rainaldo, rinchiuso dal cardinale Ippolito (dopo averlo portato con sé a Ferrara, in occasione della malattia del padre) nella Rocca del Gesso. A seguito di questa azione venne esiliato da Alfonso I a Modena. Successivamente, nel 1506, Ferrante organizzò col fratellastro Giulio una congiura diretta ad assassinare Alfonso e a prenderne il posto. Venne scoperto assieme agli altri cospiratori da alcune spie di Ippolito e giudicato colpevole. Assieme a Giulio venne graziato dal duca e incarcerato nella torre dei Leoni del Castello Estense. Morì dopo 34 anni di prigionia.