Filippo de Pisis - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Filippo de Pisis

Filippo de Pisis

Luigi Filippo Tibertelli de Pisis, meglio conosciuto al grande pubblico come Filippo de Pisis, nacque a Ferrara nel 1896. Fin da adolescente iniziò ad interessarsi alla storia dell’arte ed alla letteratura. Proprio lo studio della pittura, nella sua città natale, Ferrara, lo porterà a vivere una vita avventurosa in varie città sia italiane che europee. A Bologna, dove si trasferisce per frequentare l’Università, conobbe vari intellettuali, tra cui Umberto Saba e Giorgio De Chirico. All’inizio degli anni Venti si trasferì a Roma dove iniziò a rielaborare un suo stile fatto di suggestioni e soggetti del tutto originali. Nel 1925 si trasferisce a Parigi e vi rimase interrottamente per quattordici anni rivelandosi proficuo sotto l’aspetto artistico; qui conobbe Edouard Manet, Camille Corot e Henri Matisse. Durante il soggiorno parigino dipinse nature morte, vedute parigine e studi di nudo. Nel 1926, presentato da De Chirico, organizza la sua prima mostra personale parigina. Tra il 1947 e il 1948 su De Pisis iniziarono a manifestarsi i primi sintomi di un’arteriosclerosi. Dipinse nature morte e fiori fino al 1953, ottenendo grande successo soprattutto alle Biennali di Venezia, dopodiché le precarie condizioni di salute non gli permisero più di svolgere alcun lavoro. Ricoverato in una clinica di Milano muore nel 1956.
Fu uno tra i maggiori interpreti della pittura italiana della prima metà del Novecento.