Giorgio de Chirico - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Giorgio de Chirico

Giorgio de Chirico

Nacque in Grecia nel 1888. Studia al Politecnico di Atene, all’Accademia di Belle Arti di Firenze e all’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera, dopodiché si trasferisce a Milano nel 1909 e infine a Parigi nel 1911. Nella capitale francese fa la conoscenza di Picasso ed è in questo periodo che dà vita ad una delle serie di quadri più note: quella delle “piazze metafisiche”. Quando esplode la Prima Guerra Mondiale si arruola come volontario insieme al fratello Alberto. I due vengono inviati in servizio a Ferrara; qui Giorgio incontrerà il pittore futurista Carlo Carrà. Entrambi daranno avvio alla corrente nota come “pittura metafisica”. Elementi chiave delle opere di De Chirico sono le immense piazze prive della presenza umana in cui emergono elementi bizzarri come manichini, busti di marmo e colonne classiche. Famosa è l’opera Le Muse inquietanti (1917) in cui appare, dietro al manichino il Castello estense. Nel secondo dopoguerra de Chirico avvierà quella che è conosciuta come “fase barocca”, con opere che ritraggono nature morte, soggetti storici mitologici e autoritratti. A causa di una lunga malattia, si spense nel 1978.