Jump on the link

Giovanni Battista Benvenuti detto l’Ortolano

Giovanni Battista Benvenuti detto l’Ortolano




Fu a lungo confuso con il Garofalo. Nacque attorno al 1485 a Ferrara. Deve il soprannome ‘l’Ortolano’ al mestiere del padre, curatore di orti, e non fruttivendolo come si potrebbe intendere. Scarse sono le notizie biografiche certe. Tre soli dei suoi dipinti sono datati, rispettivamente 1521, 1524 e 1527. È ignoto anche l’anno della morte. Suo unico, e poco attendibile biografo, fu il Baruffaldi, che scrisse di lui agli inizi del Settecento. Tuttavia già un secolo prima, almeno a Ferrara, l’Ortolano era considerato famosissimo e molto ammirato dagli scrittori locali. Si suppone ch’egli esordì intorno al 1500, inserendosì nella pittura delle chiese, poco aulica e più devota, dietro commissione di parroci senza troppe pretese. In un elenco di dipinti della cappella della duchessa di Ferrara, datato 1586, è citata una sua opera, “una madonna de l’Ortelano”. Dovette formarsi tra Ferrara e Bologna, sulle opere di Raffaello, Boccaccio Boccaccino e di Dosso Dossi. Suo principale capolavoro è la Pala dei tre Santi (1520), oggi esposto nella National Gallery di Londra.