Jump on the link

Giovanni Boicelli

Giovanni Boicelli

Nacque a Vigarano Mainarda, in provincia di Ferrara, nel 1857. Laureato ingegnere civile nella R. Scuola d’Applicazione di Torino il 19 agosto 1884, fu assunto dall’impresa Valentino Maggiora per gli studi e per la costruzione della ferrovia Suzzara-Ferrara ove rimase fino a tutto il 1888. Nel settembre 1889 fu assunto dal Consorzio idraulico 2° Circondario con la qualifica di ingegnere coadiutore dell’Ingegnere Capo per l’esecuzione delle opere di bonifica di 1ª Categoria ed ivi rimase fino al 4 giugno 1894, epoca in cui per concorso essendo stato classificato primo sopra 20 concorrenti, fu nominato ingegnere del comune di Castel Bolognese. Con la riforma dell’Ufficio Tecnico della provincia di Ferrara fu aperto il concorso per due posto di ingegnere di riparto e nella seduta consiliare del 15 febbraio 1897 fu nominato ingegnere di riparto essendo stato classificato primo, insieme con latro collega, sopra 42 concorrenti. Tenne detto posto fino al 30 marzo 1908 epoca in cui fu dal Consiglio Provinciale promosso Ingegnere Capo. Diresse assieme al collega della provincia di Ravenna la costruzione del ponte di cemento armato sul Reno alla Bastia, interprovinciale fra Ferrara e Ravenna. Progettò e diresse la costruzione del ponte di ferro sul Po fra S. Maria Maddalena e Pontelagoscuro il cui importo fu preventivato in L. 1.200.000, e quello del Po di Goro ad Ariano il cui importo fu preventivato in L. 420.000. Insieme all’ing. Antonio Tansini presentò al Congresso della Navigazione Interna tenutosi nel giugno del 1911 in Ferrara la relazione sul tema VI riguardante le proposte per migliorare la navigazione interna della provincia di Ferrara. Ideò, disegnò e condusse fin quasi alle prime opere il gran canale di collegamento del Po con il Volano a occidente di Ferrara. Morì improvvisamente, a Ferrara il 20 giugno 1917.