Giovanni Boldini - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Giovanni Boldini

Giovanni Boldini
Nasce a Ferrara il 31 dicembre 1842 dal matrimonio di Benvenuta Caleffi e Antonio Boldini. Giovanni riceve i primi insegnamenti di disegno dal padre. In seguito, a partire dal 1858, frequenta i corsi di pittura dove ha l’opportunità di conoscere i grandi pittori quattrocenteschi ferraresi. All’inizio degli anni Sessanta Boldini inizia a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 1867, a Parigi, conosce Edouard Manet, Alfred Sisley ed Edgar Degas. Nel 1870 Giovanni si stabilisce temporaneamente a Londra ma dopo pochi mesi ritorna a Parigi dove apre uno studio e inizia a lavorare per importanti mercanti d’arte. Torna a Ferrara nel 1875 per la morte della madre. L’anno dopo viaggia in Germania e nei Paesi Bassi per poi ritornare in Italia dove nel 1886 ritrae Giuseppe Verdi. Nel 1889 viene nominato commissario della sezione italiana dell’Esposizione Universale che si tiene a Parigi. Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, il pittore ferrarese si sposta a Nizza. Gli anni Venti sono caratterizzati da un evidente peggioramento delle sue condizioni di salute. Nel 1929 sposa Emilia Cardona, giovane giornalista. Muore l’11 gennaio del 1931 a Parigi. La salma oggi riposa nel cimitero della Certosa di Ferrara a fianco di quella dei suoi genitori.