Jump on the link

Giulio Righini

Giulio Righini




Nacque a Ferrara nel 1884. Appartenente ad una illustre famiglia ferrarese si dedicò con passione agli studi sull’arte e la storia di Ferrara. Fu autore della celebre opera Quello che resta di Ferrara antica. Laureatosi in giurisprudenza a Ferrara nel 1905, esercitò la professione forense con costante successo. Si arruolò volontario e combatté nella Prima guerra mondiale. Fu per molti anni Consigliere comunale di Ferrara e membro della Giunta provinciale amministrativa. Nel biennio 1957-1959 fu Presidente dell’’Accademia delle Scienze di Ferrara. Autorevole membro della «Ferrariae Decus» e della Deputazione provinciale ferrarese di storia patria dedicò la sua attenzione allo studio dei monumenti, in particolare del Castello Estense e delle mura cittadine, e delle opere d’arte ferraresi. In un denso volume raccolse le sue ricerche su due figure femminili di grande importanza della storia estense, ovvero Marchesella degli Adelardi e Laura Dianti. Coltivò relazioni di cordiale amicizia con personalità della cultura come Riccardo Bacchelli, Vittorio Cini e Gualtiero Tumiati. Morì a Ferrara nel 1965.