Leonello d’Este

Leonello d’Este

Marchese di Ferrara

Nacque il 21 settembre del 1407, dagli amori di Niccolò III d’Este con Stella dei Tolomei dell’Assassino. Benché figlio illegittimo, fu educato culturalmente alle materie grammaticali, retoriche, storiche, filosofiche e morali, e poi militarmente dal capitano di ventura Braccio di Montone. Dopo aver militato per due anni, tornò a Ferrara, dove fu spettatore della tragica morte del fratello maggiore Ugo Aldobrandino e della matrigna Parisina Malatesta.
Nella vita del marchese Leonello, ci furono, seppur brevi, due matrimoni. Il primo, legato più da interessi economici con Mantova, lo ebbe con la figlia di Gianfrancesco Gonzaga, ma fu breve in quanto la moglie morirà di malattia nel 1439. Il secondo nel 1444 con Maria d’Aragona, figlia illegittima del re di Napoli e Sicilia, morta senza aver avuto figli nel 1449.
L’anno dopo, mentre si trovava nella Delizia di Belriguardo, muore Leonello.
Ottimo politico e amministratore Leonello si distinse soprattutto nel campo della cultura, ridando slancio all’università di Ferrara e facendo della città estense un punto di richiamo per letterati e studenti provenienti da tutta Italia: a Leonello si deve inoltre la costruzione dell’antico ospedale Sant’Anna, ancora oggi esistente.