L’età antica

Una ricostruzione dell’abitato di Spina

Ferrara sorge su una pianura alluvionale molto antica, ne è testimone lo scavo archeologico di Sette Polesini che ha riportato alla luce i resti di numerosi animali ormai estinti come ad esempio i Mammuth.

Le prime notizie di insediamenti umani nel territorio ferrarese provengono dalla zona di Bondeno dove sono emersi due villaggi attribuiti all’età del bronzo. Molto più rilevanti sono le testimonianze archeologiche risalenti all’età etrusca che appartengono al complesso urbano di Spina, fiorente emporio commerciale situato nell’area della foce del Po. Durante l’epoca romana, i resti archeologici raccontano un popolamento sparso sui dossi fluviali della zona deltizia. Tracce di insediamenti furono perlopiù ville di campagna e aree agricole. A segnare il passaggio tra l’età antica e quella medievale è soprattutto l’abitato di Voghenza, anticamente chiamata Vicus Habentia.