Jump on the link

Locanda dei Tre Mori (*)

Locanda dei Tre Mori (*)




In angolo tra via Cortevecchia e via Boccaleone, sorgeva un tempo la storica Locanda dei Tre Mori che per la signorilità dei suoi ambienti, dal momento che alloggiavano sovrani e principi, poté fregiarsi dei titoli di “Imperiale” e “Reale”. Due lapidi, andate perdute, stavano a ricordare che, tra il 1770 ed il 1854, vi ebbero soggiorno tra tanti Leopoldo II di Toscana e la moglie Maria Luisa di Spagna, Massimiliano arciduca d’Austria, Leopoldo II di Germania e Giuseppe II imperatore d’Austria. Soggiornò nella locanda anche Gioacchino Murat nei pochi giorni della sua occupazione di Ferrara. Decorava l’ingresso della locanda una  bellissima porta in marmo, portata via da Ferrara nel 1889. Fino al 1853 la locanda venne gestita dall’albergatore Luigi Parmeggiani, fucilato dagli austriaci assieme al Succi e al Malagutti per aver lanciato, l’anno prima, volantini patriottici. Nel 1890 divenne sede, per circa un ventennio, della Banca del Credito Italiano. Riacquistato tornò ad essere una locanda signorile; nel dopoguerra l’edificio, ormai fatiscente, venne riedificato.

Mappa