Loggia degli Aranci - | FERRARA NASCOSTA | Il portale turistico dei monumenti di Ferrara Jump on the link

Loggia degli Aranci

Loggia degli Aranci

Il Giardino degli Aranci conosciuto anche come Loggia degli Aranci è uno dei luoghi caratteristici di Ferrara, ispiratore di Ludovico Ariosto per il suo Orlando Furioso.
Sito nel complesso del Castello Estense, si tratta di una terrazza con un boschetto di vasi di aranci che vengono ricoverati durante la stagione fredda in una vicina loggetta dal chiaro gusto rinascimentale.

Ariosto la descrive così:

Sopra gli altissimi archi, che puntelli
Parean che del ciel fossino a vederli,
eran giardin sì spaziosi e belli,
che saria al piano anco fatica averli.
Verdeggiar gli odoriferi arboscelli
Si puon veder fra i luminosi merli,
ch’adorni son l’estate e il verno tutti
di vaghi fiori e di maturi frutti.
(O. F. X, 61)

E’ chiaro il riferimento al Giardino degli Aranci del Castello Estense.
Nel 1440 fu oggetto di lavori di restauro che probabilmente lo riammodernarono.
Si trova menzione in alcuni documenti del 1478 in cui viene citato come un ‘piccolo giardino’ della Duchessa Eleonora d’Aragona.
La struttura che oggi, tutti noi possiamo osservare è contemporanea dei lavori di ampliamento e riammodernamento voluti dal duca Alfonso I d’Este del XVI secolo.
Furono fatti lavori anche nel 1531 quando il giardinetto venne recintato da un muro merlato.