Jump on the link

Lucrezia Borgia

Lucrezia Borgia
Figlia illegittima di Rodrigo Borgia, poi divenuto Papa Alessandro VI, fu una delle figure femminili più controverse del Rinascimento italiano. Nacque a Subiaco il 18 aprile 1480. Fin da bambina fu soggetta alla politica matrimoniale collegata alle ambizioni politiche prima del padre e poi del fratello Cesare Borgia. Fu prima sposa di Giovanni Sforza, signore di Pesaro, poi, in seguito all’annullamento del matrimonio, sposò Alfonso d’Aragona. Successivamente Lucrezia si sposò con Alfonso d’Este, primogenito di Ercole duca di Ferrara. Alla corte estense Lucrezia fece dimenticare la sua origine di figlia illegittima del papa e il suo passato burrascoso. Lucrezia acquistò la fama di abile politica e accorta diplomatica e fu anche un’attiva mecenate, accogliendo a corte poeti e umanisti come Ludovico Ariosto e Pietro Bembo. Morì il 24 giugno 1519 a trentanove anni per complicazioni dovute ad un parto. La figura di Lucrezia Borgia è avvolta nel mistero; alcuni racconti popolari la dipingerebbero come una donna intrigante, pericolosa, avvelenatrice di amanti, corrotta e la accuserebbero di incesti amorosi sia con il padre, Rodrigo, che con i fratelli; in realtà non si hanno conoscenze a sufficienza che testimonino quello che fu la vera Lucrezia. Oggi la tomba di Lucrezia Borgia si trova situata all’interno del monastero del Corpus Domini, dove riposano altri membri della casata d’Este.