Jump on the link

Michelangelo Antonioni

Michelangelo Antonioni
Nasce a Ferrara nel 1912. Nel 1935 si laurea in Economia e Commercio all’Università di Bologna. Alla fine degli anni Trenta inizia a scrivere articoli nella rubrica cinematografica del Corriere Padano. Nel 1940 si trasferisce a Roma, dove diventa redattore della rivista Cinema. In questi anni frequenta il Centro Sperimentale di Cinematografia e nel 1942 collabora alla stesura della sceneggiatura di Un pilota ritorna di Roberto Rossellini. Nel 1943 inizia a girare il suo primo cortometraggio, Gente del Po che verrà terminato nel dopoguerra. Nel 1950 dirige il suo primo lungometraggio, Cronaca di un amore. Negli anni seguenti dirige tre lungometraggi tutti ben accolti dalla critica: I vinti, La signora senza camelie e Le amiche. L’insuccesso commerciale del film Il grido (1957) costringe il regista a collaborare a film altrui, spesso di scarso valore artistico. Ritorna al cinema nel 1960 con la tetralogia di film L’avventura, La notte, L’eclisse e Il deserto rosso, tutti interpretati dall’allora sua compagna Monica Vitti. Si sposta successivamente all’estero dove gira in lingua inglese tre lungometraggi: Blow-Up, Zabriskie Point e Professione: reporter. Dopo cinque anni di silenzio creativo, torna alla regia con il film Il mistero di Oberwald (1980), girato con innovativi ed anomali mezzi elettronici. Nel 1985 il regista viene colpito da un ictus che lo priva quasi completamente dell’uso della parola; riapparirà in pubblico solo nel 1989 al festival di Cannes. Nel 1994 gira il lungometraggio Al di là delle nuvole. Nel 1995, gli venne assegnato l’Oscar alla carriera e nel 2004 realizza l documentario Lo sguardo di Michelangelo, del quale è anche protagonista. Muore il 30 luglio 2007 nella sua casa romana, assistito dalla moglie.