Obizzo I d'Este - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Obizzo I d’Este

Nato circa nel 1100 e deceduto il 25 dicembre del 1193 a Ferrara.
Figlio primogenito di Folco I d’Este, nel 1124 ebbe un figlio, Azzo V d’Este morto però nel 1193.
Si annovera fra i primi membri di questa casata ad essere nominato con il titolo nobiliare di marchese.

Quando i suoi fratelli morirono, ebbe l’abilità di radunare sotto di esso tutti i vari possedimenti che la casata aveva in giro per l’Italia.
Durante la sua esistenza raggiunse un prestigio molto raro per l’epoca, ottenendo riconoscimenti papali ed imperiali molto importanti dimostrando doti diplomatiche molto fini.




Nel 1163 aiutò l’imperatore Barbarossa combattendo al suo fianco le città di Verona, Padova e Vicenza.
Nel 1177 era a Venezia a presenziare alla firma del Trattato tra la lega e l’Imperatore e in quella occasione fu accompagnato da 180 uomini, segno della sua potenz apolitica sempre crescente. In quello stesso anno fu nominato podestà di Padova e nel 1184 il Barbarossa lo investì con il titolo di marchese di Milano e Genova.

A Ferrara fu coinvolto nella lotta di potere fra guelfi e ghibellini. Si tentò di far sposare la giovane erede della fazione filopapale, Marchesella degli Adelardi, al nipote Azzo VI detto Azzolino, ma il piano non funzionò perchà la giovane perì prematuramente nel 1186. Obizzo divenne quindi capo della fazione guelfa cittadina.

Nel 1187 giunse a Ferrara papa Urbano III da Verona per scomunicare l’imperatore ma appena giunto in città, morì e fu sepolto in cattedrale a Ferrara.
Questa situazione fu favorevole a Obizzo che in questo modo non venne a trovarsi in imbarazzo con Federico Barbarossa.
Alla guida della famiglia gli succedette il nipote Azzo VI.

Ebbe sei figli, Garsenda, Froa, Adelaide, Azzo V, Tommasina e Bonifazio.