Riccardo Bacchelli - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Riccardo Bacchelli

Riccardo Bacchelli




Nato nel 1891 a Bologna, fu fra i principali autori di romanzi storici del Novecento. Frequentò il liceo classico e si iscrisse alla facoltà di lettere, dove però non portò a termine gli studi universitari. Nel 1911 pubblicò il suo primo romanzo, Il filo meraviglioso di Lodovico Clo’; due anni dopo, a Firenze, entrò nella redazione de “La Voce” dove collaborò con romanzi, teatro e critica letteraria. Tornato a Bologna nel 1914, dopo che “La Voce” aveva cambiato indirizzo letterario, pubblicò i Poemi Lirici. Allo scoppio della Prima guerra mondiale si arruolò volontario come ufficiale di fanteria per essere poi congedato nel 1919. In quell’anno, a Roma, fu tra i fondatori della rivista “La Ronda” dove collaborò assiduamente con saggi e memorie. Dal 1922 al 1928 scrisse per “Il Resto del Carlino” di Bologna affermandosi definitivamente come scrittore. L’opera di più vasto respiro e di maggior notorietà di Bacchelli è però la trilogia de Il mulino del Po (trasportato in televisione nel 1963): Dio ti salvi (1938), La miseria viene in barca (1939) e Mondo vecchio sempre nuovo (1940). Successivamente collaborò a varie riviste e giornali. Dal 1941 al 1944 fece parte dell’Accademia d’Italia e inoltre fu socio dell’Accademia dei Lincei e della Crusca di Roma. Fu il primo italiano illustre a ricevere l’assegno vitalizio previsto dalla legge Bacchelli, dell’8 agosto 1985, che prende il nome proprio dal noto scrittore. Morì a Monza nel 1985 e fu sepolto nel cimitero di Bologna.