Statua di Ludovico Ariosto - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Statua di Ludovico Ariosto

Statua di Ludovico Ariosto




In mezzo all’antica Piazza Nova (poi ribattezzata Ariostea), in origine dovevano esserci due colonne di marmo che dovevano sorreggere la statua equestre del duca Ercole I già disegnata dal ferrarese Ercole Grandi; ma questo monumento non fu mai eretto perché durante il trasporto una delle due colonne cadde in acqua. Nella piazza venne innalzata quindi la sola colonna superstite. Nel 1675, su idea dell’’architetto Gianbattista Barbieri, venne posta sulla colonna la statua di papa Alessandro VII Chigi. Nel 1796 la statua del papa venne atterrata e vi venne posta quella della Libertà. Anche questa venne atterrata dagli austriaci, nel 1799. La colonna rimase vuota fino al 1810 quando vi venne posta quella di Napoleone Imperatore, scolpita in marmo. Caduto l’Impero, cadde anche la statua di Napoleone. A partire dal 1833 si decise di dare alla piazza e alla colonna un simbolo che non fosse soggetto a vicende politiche. Vi venne posta, nel 1837, la statua di Ludovico Ariosto, opera dei fratelli Vidoni, su disegno di Francesco Saraceni.
Una copia esatta della statua dell’’Ariosto si trova oggi nel parco di Villa Massari, a Voghenza.

Mappa