Jump on the link

Tommaso Ruffo

Tommaso Ruffo

Cardinale




Figlio di Carlo Ruffo, terzo duca di Bagnara, studiò a Roma presso l’Università La Sapienza laureandosi in utroque iure. Intraprese la carriera ecclesiastica e sotto papa Innocenzo XI fu nominato internunzio a Bruxelles. Nel 1694 fu inquisitore di Malta, dove svolse una intensa attività diplomatica per riconciliare il Sovrano Militare Ordine di Malta con la Repubblica di Genova. Venne nominato il 7 aprile 1698 arcivescovo titolare di Nicea e il 13 aprile consacrato vescovo nella chiesa di san Silvestro al Quirinale. Il 19 aprile fu nominato nunzio apostolico in Toscana. Prima di assumerne la carica di nunzio apostolico in Spagna, fu nominato nel marzo del 1700 maestro di camera. Venne poi nominato cardinale il 17 maggio 1706 da papa Clemente XI. Fu poi legato pontificio in Romagna nel 1709 e a Ferrara dal 1710. Dal 1717 al 1738 fu arcivescovo di Ferrara. Dopo essere stato tra i papabili nel conclave dell’agosto del 1740, in cui fu eletto papa Benedetto XIV, fu nominato vicecancelliere di Santa Romana Chiesa. Si stabilì così nel Palazzo della Cancelleria, dove allestì la sua collezione di dipinti. Il quel palazzo morì il 16 febbraio 1763 e fu sepolto nella basilica di san Lorenzo in Damaso nella cappella da lui fatta costruire.