Jump on the link

Via Cairoli

Via Cairoli




Ha inizio in corso Martiri della Libertà e termina in via Bersaglieri del Po. La sua antica dicitura era “strada di Borgo Nuovo” di cui si ha menzione già dal 1081; il borgo, inglobato nelle mura cittadine volute da Guglielmo II degli Adelardi (capo della fazione guelfa) nel XII secolo, comprendeva le attuali Vie Gorgadello, Canonica, Contrari, Voltapaletto, Bersaglieri del Po, la chiesa dei Teatini su corso Giovecca ed il Teatro Comunale. Il vecchio borgo, in seguito demolito in quanto ritenuto dagli storici moderni un luogo di malfattori, venne bonificato e cinto dentro la città, prendendo poi il nome di Borgo Nuovo. Dopo che l’Arcivescovo Cardinal Ruffo nel 1721 acquistò il palazzo Trotti, al numero 32, la via venne denominata ” strada del Seminario”. Questo palazzo, era sorto grazie a Leonello d’Este, nell’anno 1444, la quale fece decorare con bellissimi affreschi di Benvenuto Tisi da Garofalo i soffitti di alcune stanze del piano terra.
La strada prese l’attuale nome per decreto del Comune di Ferrara del 20 Settembre del 1889 per rendere omaggio al patriota Benedetto Cairoli, Ministro del re d’Italia e cittadino d’onore ferrarese.