Jump on the link

Via Capo delle Volte

Via Capo delle Volte
Il primo tratto inizia da via Gioco del Pallone e termina in corso Porta Reno mentre il secondo inizia da corso Porta Reno e termina in corso Isonzo. Anticamente queste due strade erano una unica e proseguivano sino alla Montagnola o Montagnone con il nome di Via Coperta. Vanta di essere una delle primissime strade della Ferrara medioevale in quanto correndo parallela alla Via Grande (l’attuale via Carlo Mayr-Ripagrande) era utiliazzata ai mercanti ed ai porti come strada di servizio: ospitava i magazzini di numerosi artigiani e venditori e i famosi fondachi, di cui oggi non ne resta più traccia. Caratteristica di questa via è di avere diversi volti o archi che congiungono i fabbricati di un lato a quelli dell’altro, esigenza nel Medioevo per chi doveva erigere un palazzo o espanderlo dall’altra parte della strada pur mantenendo il collegamento.
via Volte ne ha conservati otto e via Capo delle Volte, tre. Su quest’asse nei tempi andati sorsero le dimore fortificate delle famiglie più importanti di Ferrara come i Leuti, di cui ancora oggi si conserva la loro torre, i Gontardi dei quali resta il loro palazzo rimaneggiato nel Trecento, i Fontanesi ed i Vassuri. Da alcuni anni, i proprietari degli stabili che danno su queste strade hanno iniziato a restaurarli e ad abbellirli, cacciando così quella triste aria malfamata che si era creata in questa strada, aria di malvivenza, vecchie case chiuse e sporchi locali fortunatamente oggi non più esistenti.