Jump on the link

Via Centoversuri

Via Centoversuri

Inizia da via Boccacanale di Santo Stefano e, tagliando la via Capo delle Volte, termina in via Ripagrande. La denominazione di “Via Centoversuri” potrebbe derivare da una corruzione dei vocaboli “Centro dei Vassuri”. Si racconta che fino al 1254, in questa via, abitassero Goffredo, Baldissera e Vittorio Vassuri testimoni della celebre causa religiosa promossa contro l’eretico Armanno Pungilupo, morto nel 1269. Meno ingegnosa, e molto attendibile è l’opinione del Borgatti il quale afferma che il nome di « Centoversuri derivi dal fatto che le moltissime viuzze antiche circostanti formavano dei “rivolgimenti” donde da versurus, futuro di vertere, il nome di “Centum versuri” o Strada dei Cento rivolgimenti». Questa via fu detta anche “Strada di Ognissanti”, dalla chiesa antica parrocchiale, esistente già dal secolo XIII nei pressi attuali di S. Caterina Vegri, chiesa del tutto scomparsa. Nella via Centoversuri teneva la sua bottega in un torricino il grande pittore ferrarese Cosme Tura; negli anni 1486-87 in quel torricino Cosme Tura creò opere che fanno di lui il più originale pittore ferrarese.