Jump on the link

Via Cortevecchia

Via Cortevecchia




Inizia all’angolo di corso Porta Reno e termina in via Boccacanale di Santo Stefano.
Questa via è chiamata “Strada di Cortevecchia” perché fiancheggiava la vecchia corte estense, la residenza antica dei Signori di Ferrara che dimorarono fino al XIII secolo nel vecchio palazzo che sta di fronte alla Cattedrale. In angolo al vecchio palazzo dei Marchesi d’Este sorgeva, a destra, l’alta torre di Rigobello. La via fu chiamata anche “Strada della Trinità”, dalla chiesa e dal monastero di S. Giovanni Gerosolimitano, detti la Trinità, esistenti fino al XII secolo all’angolo di via Boccaleone e soppressi nel 1798. Su questo stesso angolo è possibile osservare la statua in cotto di S. Giovanni Battista, di bella fattura. Il tratto che dalla piazza Trento-Trieste arriva all’angolo con via Boccaleone, era denominato “Strada degli Orefici” dalle botteghe di oreficeria, aperte ancora nella seconda metà del XIX secolo. Alla sinistra di Cortevecchia, a fianco di S. Stefano, semichiuso al pubblico fino al 1755 e poi del tutto chiuso da un cancello corre un vicolo stretto anticamente chiamato “Strada dei Duelli” per il fatto che in questo luogo si regolavano i conti d’onore con un duello. Nel corso del tempo il vicolo assunse la denominazione di “Via Fortinpiedi”, alludendo al necessario coraggio ed alla resistenza fisica di chi veniva a duello, e “Via del Mulino”, poiché nelle vicinanze della Porta di S. Biagio si trovava un mulino.