Jump on the link

Via Ludovico Ariosto

Via Ludovico Ariosto




Questa strada inizia in corso Giovecca e corre sino alla via Canonica. Era anticamente chiamata “via del Gambero” e terminava chiusa a ridosso delle mura trecentesche poste sull’attuale corso Giovecca. In quel punto, sorgevano le case di numerose “male femmine” che vennero cacciate nel 1498 fuori città; le loro abitazioni vennero demolite per mettere in comunicazione la via a quella antistante di San Guglielmo con un ponte sul canale che divideva la città antica da quella moderna. La via Bersaglieri del Po anticamente era detta anche “strada dei Bastardini” perché, dove adesso vi è l’istituto d’Arte Statale “Dosso Dossi”, dal 1268 vi si trovava un ricovero, dedicato a San Cristoforo detto del Ponticello, per figli illegittimi o abbandonati (detti Bastardi) dalle madri, quasi sempre estremamente povere. Al civico 54 di questa via si trova il palazzo Saracco-Riminaldi dove al suo interno si trova l’oratorio della famiglia, riabbellito nel settecento. Attualmente questa strada ospita numerose e pregiate attività commerciali come già lasciava intendere il nome della via qualche secolo addietro “Via del Commercio”. Via Bersaglieri del Po venne così appellata in onore della compagnia di volontari ferraresi, capitanati dal Conte Tancredi Trotti Estense, distintisi nella prima Guerra d’Indipendenza.