Ha principio in Via Borgo di Sotto e termina sulla Via Savonarola.
Gli studiosi accreditano questo toponimo all’ipotesi che possa derivare da ‘Pra-isola’ ossia prato isolato, un luogo fuori mano in cui i giovani si addestravano alle arti marziali come pugilato, lotta, scherma e tiro con l’arco.
Pare che in questo posto il giorno del 22 luglio le scolaresche organizzassero la ‘Battagliola’, una rievocazione della cacciata dei catalani avvenuta a Ferrara nel 1317.
In seguito, come altre strade vicine, vennero usate per lo svolgersi di duelli privati.
Il Duca Ercole I d’Este proibì questi duelli nel 1473, poi dal Duca Ercole II nel 1537 nuovamente puniti e abbattuti gli spalti lignei dai quali la gente assisteva a questi omicidi legalizzati.

Importantissima testimonianza dell’architettura urbana quattrocentesca la troviamo in angolo fra questa strada e la Via Savonarola, Casa Romei con il suo Museo.
Poco distante esisteva l’Oratorio intitolato a Santa Maria della Purificazione o Santa Maria Novella dei Battuti Bianchi i cui membri della confraternita dei Battuti Bianchi avevano dimora in questa strada fin dal 1243.