Via Voltapaletto - Il portale dei monumenti di Ferrara, Castello Estense, Palazzo dei Diamanti, Casa Romei Jump on the link

Via Voltapaletto

Via Voltapaletto
Inizia in via Bersaglieri del Po e finisce in via Terranuova. Nell’antichità questa via proseguiva con questo nome sino in Via Madama. L’attuale denominazione ha origini antichissime. Pare che nei pressi di questa strada, i giovani si addestrassero al gioco della quintana: era un meccanismo costruito in legno, la cui struttura giaceva su di un perno girevole, i pretendenti correndovi incontro a cavallo ed armati di lancia, dovevano colpire con quest’ultima un paletto attaccato alla struttura e girarlo o voltarlo. Da qui il nome di “volta paletto”. Nel Medioevo questa via delimitava la sponda settentrionale della Fossa Civitatis che dal Castello dei Cortesi correva sino al Castel Tedaldo difendendo la città a nord. Tale canale è ancora oggi visibile nel tessuto urbano odierno; si iniziò ad interrarlo quando ebbe principio la costruzione della Cattedrale di Ferrara, nel 1135. Lentamente, man mano che la città si espandeva, la fossa veniva sempre più a trovarsi all’interno della città e quindi perse la funzione di difesa. Venne interrata poco per volta, così come accadde per gli altri canali che correvano attraverso i quartieri come quello di Santo Stefano o di Gioco del Pallone. Al numero civico 3 troviamo il bel palazzo dei Conti Bevilacqua-Aldobrandini, fatto erigere da loro nel 1430.