Jump on the link

Vicolo del Gambone

Vicolo del Gambone




Inizia da via XX Settembre, attraversa la via Beatrice d’Este, e termina all’ingresso del monastero di S. Antonio in Polesine. Un tempo il tratto che da via Beatrice d’Este arrivava al detto monastero era chiamato «Vicolo dei Quattro Ladroni» e questo perché nei dintorni della suddetta strada vi erano quattro esercenti (un salumaio, un oste, un fornaio e un farmacista) che scorticavano senza pietà i loro avventori. In fondo alla strada si trova il monastero di S. Antonio del Polesine. È probabile che la denominazione di «Vicolo del Gambone» derivi da un arma utilizzata in gare private dai ragazzi per ostentare superiorità nella lotta, ovvero i gamboni di cavoli e coi torsoli della frutta; “pigliare il gambone” significa infatti “prendere baldanza”.