Jump on the link

Vittore Veneziani

Vittore Veneziani

Vittore Veneziani fu il più importante direttore di coro italiano fra le due guerre. Nacque a Ferrara nel 1878; il padre, commerciante ebreo, corista dilettante e appassionato di musica, lo iscrisse presto al Liceo Musicale Frescobaldi. Successivamente perfezionò la sua formazione al Liceo Musicale di Bologna. Per nove anni Veneziani fu insegnante di canto corale presso il conservatorio di Venezia. Nel 1913 lasciò Venezia per essere chiamato a Torino per dirigere la Scuola Municipale di Canto Corale, dove ricoprì anche l’incarico di istruttore del coro. Nel 1920 operò presso il Teatro Comunale di Bologna e l’anno dopo venne chiamato da Arturo Toscanini per dirigere il prestigioso coro della Scala di Milano fino al 1938 quando, a causa delle leggi razziali fasciste, fu costretto a rassegnare le dimissioni. Nonostante le leggi razziali, Veneziani continuò il suo lavoro sempre con lo stesso entusiasmo, dirigendo il coro del tempio israelita di Milano; nel febbraio del 1944 si rifugiò in Svizzera dove istituì un coro nell’istituto di Roveredo. Rientrato in Italia nel 1945 riprese il suo posto di direttore del coro della Scala, incarico che occupò fino al 1954. Ritornato a Ferrara nel 1955 contribuì alla costituzione dell’Accademia Corale che oggi porta il suo nome. Morì tre anni dopo, nel 1958.